[RECENSIONE] FRACTURE – RYA SERIES 1

il

TITOLO: FRACTURE

AUTORE: BARBARA BOLZAN

EDITO: DELRAI EDIZIONI

61hP9o53lKL._SX364_BO1,204,203,200_.jpg

TRAMA

All’inizio di tutto, c’è un uomo. C’è sempre un uomo: Nemi. Lui che è il capo di un villaggio in lotta contro l’impero, lui che la salva mentre è ferita sulla riva di un fiume. Rya si risveglia a Mejixana e impara a vivere una nuova realtà, così diversa da quella a cui è abituata. La gente sembra accoglierla con benevolenza, mentre lei nasconde un segreto che potrebbe mettere tutti in grave pericolo, compreso il ribelle che la tratta in maniera sprezzante e non si fida della nuova arrivata. Tra loro c’è una lotta in corso di soli sguardi e niente è davvero come sembra: la frattura tra presente e passato rischia di confondere i sentimenti della giovane. La storia di una ragazza che combatte per diventare donna e conquistare il diritto di poter amare in un romanzo che vi terrà incollati alle pagine per il susseguirsi dei colpi di scena con cui l’autrice riesce a pennellare il carattere dei suoi personaggi. Benvenuti nel mondo di Temarin, benvenuti nel cuore di Rya.

COSA NE PENSO DI QUESTO LIBRO?

Per Natale mi sono regalata la Rya Series ❤ Mi sono lasciata incantare dalle magnifiche copertine opere di Catnip design ❤ e dalla trama misteriosa. Ecco!!! Fracture è un romanzo pieno di mistero, di intrighi di corte, abili manipolazioni, segreti su segreti e rancori. Rya, la protagonista è la secondogenita figlia dei Niva, Principessa di Temarin, sorella della Regina Alsisia e cugina/cognata del marito di Alsisia, Strevj. Rya è sempre vissuta all’ombra di sua sorella maggiore, vissuta in un ombra buona ma sempre seconda, sempre un passo indietro. Rya è cresciuta con gusti, parole e pensieri di Alsisia e di Strevj. I tre Niva. I potenti Niva. Sempre con la testa alta, un nome, una famiglia che non si arrende a niente e nessuno. Una famiglia che è capace di trovare la via anche nelle tenebre. I Niva si creano la loro fortuna e il successo, anche a discapito delle altre persone. Soprattutto a discapito delle altre persone che sono nullità. Feccia e nullità sono le persone del Villaggio di Mejixana, guidate e protette dal Capo dei Ribelli Nemi. Un uomo rude, sporco, privo di decoro e buone maniere. Però sarà anche il salvatore di Rya. La persona che metterà in subbuglio il mondo dorato della Principessa viziata.

 

In una notte Rya perde tutto. Il suo mondo si capovolge e finisce a Mejixana, vestita di stracci, ma con un piano in mente. Tutti al villaggio, in particolare Isan il ribelle medico, la pensano una bambina una ragazzina fragile e graziosa che ha subito un trauma, che ha vissuto qualcosa di tragico. Ma da quello che ho imparato andando avanti nella lettura è che Rya è un abile manipolatrice. È una ragazza scaltra, grazie agli insegnamenti di suo cugino. È brava a fingere ed a ottenere sempre quello che vuole. Fracture non è un semplice romanzo ambientato nel medioevo è un insieme di avvenimenti, di personaggi magari di poca importanza, di nomi detti a bassa voce, di simboli incisi sulle armi, di alleanze e di potere. Perché si sa, i Re vogliono il potere assoluto. E i ricchi aspirano alla scalata e al successo. Mentre è al villaggio e mentre intraprende con Nemi un viaggio che la riporterà a casa, Rya capirà che il suo mondo perfetto e la città di Idrethia che presto la accoglierà come una Regina, non sono così luccicanti come credeva. E che il marcio si annida anche nei posti meno impensati.

Si sente molto il legame che unisce Rya alla sorella Alsisia e anche a suo cugino, l’idiota Strevj 😉 Poi capirete. Ogni tanto durante la lettura si possono leggere dei pensieri di Rya anni dopo i fatti successi. Fracture è il trampolino di lancio ideale per tutta la storia. Ci fa credere di conosce i personaggi, ci fa credere di aver già capito come il tutto andrà a finire e poi… Ci scaraventa letteralmente a terra e nel fango con Sacrifice.

 

Frasi tratte dal libro:

 

“Erano solo pensieri, parole. Non potevo immaginare che stesse per succedere davvero. Prima del previsto. Due giorni appena. Stavo iniziando a precipitare.”

 

” <<mostra di dar loro quello che vogliono>> mi raccomandava sempre Strevj. <<Poi, prenditi tutto.>> Non l’ho mai dimenticato”

 

” Oggi mi chiedo: era l’amore, a legare noi tre? Cosa rappresentavo io per Alsisia? Ero davvero la sua piccola e adorata sorella? O ero piuttosto soltanto una pedina, usata da coloro che avrebbero dovuto semplicemente amarmi?”

img_20190108_134258_696

Rya è la mia nuova dipendenza. Rya è diventata già dal primo libro, una delle mie protagoniste femminili preferite ❤ Amo la trasformazione che avviene in quella ragazza man mano che la storia prosegue, i suoi pensieri le sue azione e si, anche i suoi sbagli.

 

 

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Barbara ha detto:

    Sono ancora con gli occhioni sgranati… Grazie per questa favolosa recensione!!

    1. Fairylove ha detto:

      Grazie a te per aver creato questa storia ❤

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...